domenica 6 agosto 2017

TRANSUSTANZIAZIONE L'ATTO ALCHEMICO SUPREMO

transustanziazione
tran·su·stan·zia·zió·ne/
sostantivo femminile
  1. La presenza reale del Cristo nel sacramento eucaristico, attraverso il passaggio totale della sostanza del pane e del vino in quella del corpo e del sangue di Cristo in virtù delle parole della consacrazione pronunciate dal sacerdote durante la Messa.


    Transustanziazione

    Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

    Rappresentazione di Cristo con l'eucaristia di Juan Vincente Macip (XVI secolo).
    (LA)
    « Dogma datur christianis, quod in carnem transit panis, et vinum in sanguinem »
    (IT)
    « Un dogma è dato ai cristiani: il pane si trasforma in carne e il vino in sangue »
    (Tommaso d'Aquino, inno Lauda Sion Salvatorem)
    In teologiatransustanziazione, o transubstanziazione (lattrans-substantiatio), è il termine che indica la conversione
    che avviene, durante la celebrazione eucaristica, quando il celebrante, durante la preghiera eucaristica, invoca il Padre affinché mandi lo Spirito Santo (epìclesi sulle oblate) che trasformi il pane ed il vino in corpo e sangue di Cristo.

    Il Cristianesimo su tutte  le religioni della Terra ha ereditato il mistero Alchimico.
    Non esiste religione che lo possegga mentre il Cristianesimo ( parlo del Cristianesimo inteso nella vera luce e non negli equilibrismi teologici di persone che hanno usato il pensiero induttivo e deduttivo, ma di coloro che hanno compreso questo mediante il pensiero VERTICALE).
    Disse il Kremmerz: " NON INGINOCCHIARSI DURANTE L'ESPOSIZIONE E L'ELEVAZIONE DELLA SANTA OSTIA E' UNA BESTIALITA' DEGNA DEL PEGGIOR IGNORANTE."
    E con questo intendeva che all'atto dell offerta se non si capisce il profondo mistero di quello che è mostrato pubblicamente, allora si sta ingiuriando il MISTERO ALCHIMICO PER ECCELLENZA.
    RICORDO CHE IN ALCHIMIA LA MATERIA NON SI DISTRUGGE MA SI TRASFORMA, SI TRANSUSTANZIA IN UN ALTRA PIU' RAFFINATA LUMINOSA E DIVINA.
    Quindi la materia all'apparenza sporca e nera ha in se i prolegomeni per essere RADIANTE.

    In Alchimia operativa questa è chiamata Transmutatio.
    Quindi se si COMPRENDE BENE e non ci si lascia prendere dalle assurdità' dei controllori sia fisici che sottili, si vede che l'alchimia non è via di dolore ma di ESALTAZIONE =EXALTATIO.
    E' qui l'errore della chiesa, che mediante i suoi teologi ha calcato la mano sul SACRIFICIO non come ATTO MISTERICO MA COME ATTO FINE A E STESSO RIFERITO AD UN UOMO CHE NE SALVA ALTRI.
    E'vero che Cristo è incarnato sulla terra e che è DIO fatto carne.
    Ma questo ha altro valore e significato in alchimia da ciò' che propinano i teologi e i preti che non sanno di che palano.
    Ma qual'è la FORZA che può' attuare tutto questo e quindi tramutare una materia in una altra?
    Qui è il mistero alchimico più profondo e che sempre sarà nascosto a chi non lo merita, poiché le intelligenze stesse che fanno da guardia ai misteri alchimici lo terranno velato alla mente dei non purificati.
    Eppure è sotto gli occhi di tutti ogni santo giorno da 2000 anni.
    bisogna comprendere che quando si mise a malpartito la lotta esterna tra caproni cristiani e caproni pagani, i saggi cristiani, che conoscevano il segreto e i saggi pagani che lo conoscevano anch'essi, si misero d'accordo per sottrarlo alla Elite Oscura che stava montando e che lo avrebbe trasformato in una bestemmia orripilante.
    Perché ciò che fa salire ha le stesse modalità di ciò che fa discendere!
    Quindi la materia deve essere viva come vivo era il Cristo prima di essere inchiodato sulla croce...
    Anche nell'Alchimia la materia che viene posta nel crogiolo o nell'atanor è viva e quindi ha il potere di trasformarsi sotto le sapienti manipolazioni del'Arte.
    Una materia morta non potrebbe assolutamente avere la forza o energia per poterlo fare.
    Lo sa bene ogni studente delle medie...quindi non dobbiamo trascurare la formula, che la materia che dobbiamo usare debba essere VIVA.
    Pena il fallimento dell'Opus.

    Il mercurio sacro ed eterno o Agnus Dei è presente ovunque e anima ogni cosa e quindi il mistero è proprio intorno ad ogni persona e non se ne rende conto.
    Nel Cristianesimo, che è il travestimento della Tradizione Alchemica Antica, ritroviamo tutto questo, se andiamo molto indietro e ci teniamo alla Messa Antica e non alla messa inutile di ora che ha falsificato ogni mistero e riportato tutto alla materia.
    La messa di ora non ha più' mistero non essendo SACRA E IL SACERDOTE NON CAPENDO NEMMENO LUI COSA STA ACCADENDO E DI COSA LUI E' IL VEICOLO.
    La conoscenza ormai è dispersa e i misteri e i riti ormai si fanno automaticamente con la speranza che la forza Divina cambi le cose.
    Mentre tutto sta andando sempre più in caduta libera come le profezie cristiane hanno previsto da buon tempo.
    La "Madonna" lo dice chiaro, e si sa che è una emanazione di questo mistero, ossia di coloro che lo donarono agli uomini perché sentivano pena per la loro sorte.
    La Madonna che appare ovunque è l'Entità che è connessa con questi misteri ed indica proprio le dimensioni da dove arriva la conoscenza alchimica che il mondo ha ricevuto in dono da altre parti e da altri esseri.
    E Leonardo lo fece vedere chiaro già nel 1500, lui era a parte del mistero.
    La Madonna che è l'entità che spinge a pregare...ma cosa significa pregare?
    PRE-GA-RE


    LA PREGHIERA SE RETTAMENTE ED ALCHEMICAMENTE INTESA ,TRASMUTA LE COSE PERCHE' E' LA FORZA TRAINANTE DI OGNI FENOMENO IN NATURA, ESSA DERIVA DA PRECE OSSIA PRAX, OSSIA CHIEDERE.
    MA ANCHE PRAXIS O PRASSI...HA LA STESSA ETIMOLOGIA E QUINDI FUORI DA OGNI MISTICISMO CHE OTTUNDE LA MENTE, INDICA CHE E' UNA PRAXIS, UN MODO DI FARE, O COME LI CHIAMO IO DELLE PROCEDURE...STESSA ETIMOLOGIA...CHE INDICA LA PROCEDURA CHE USA LA NATURA QUANDO MUOVE LA FORZA.
    OSSIA LA NATURA CHIEDE CON IL SUO MUOVERSI L'INTERVENTO DIVINO OSSIA L'UNIONE DI SOTTILE E SPESSO.OSSIA LA DISCESA DELLO SPIRITO SANTO, O COLOMBA DELLA PACE. DEL SILENZIO DENTRO SE STESSI...CHE TUTTO RIVELA ALL'ANIMA.
    QUINDI INTENDETE BENE SEMPRE LE COSE E SE IN ALCHIMIA SI MOSTRA COME SI PREGA IN UN LABORATORIO-ORATORIO CE' SEMPRE UN MOTIVO...E GUARDA CASO PROPRIO COME E' DESCRITTO NELLA ETIMOLOGIA, ANCHE LA POSIZIONE.



    MA CHIEDERE A CHI?
    AL PROPRIO NUME COME C'E' SCRITTO QUI...CHIEDERE AI NUMI RACCOMANDARSI AD ESSI.
    ORA...SE LI VEDIAMO ESTERNI... ESTERNI SARANNO E QUINDI VEDREMO LE MADONNE CHE APPAIONO, ED E' UN BENE PER QUELLO CHE ACCADE OGGI NEL MONDO, E PER COLORO CHE NON HANNO LA FORZA DI COMPRENDERE IL MISTERO NELLA SUA INTEGRALITA'...ALMENO SONO SEMPRE COSCIENTI CHE LA MATERIA NON E' L'UNICA COSA. PER RICORDARE   CHE ESISTE ALTRO OLTRE LA MATERIA  BRUTA STESSA. QUINDI  CHE IL MISTERO PERMANE IMMUTATO ANCHE SE SI OSANNA LA MATERIA COME UNICO DIO . ED E' ANCHE UN BENE NEL FATTO CHE QUESTA APPARIZIONE-ENTITA', AVVISI DEI PERICOLI CHE ALTRI ESSERI O ALTRE ENTITA',PROVENIENTI DA ALTRI MONDI , PORTANO, E DALLE COSE CHE VOGLIONO FARE A COLORO CHE LA SEGUONO.

     QUINDI LA BATTAGLIA BENE MALE O ANGELI E DEMONI E' REALISSIMA E NON FANTASIOSA E CHI NE RIDE E' GIA' CADUTO IN BOCCA AL DRAGO E FINIA' MOLTO MALE PER IGNORANZA.
    TU NON PARTEGGIARE PER NESSUNO E PRATICA PER TE STESSO!
    NON DARE RETTA AI PADRONI DI QUESTO MONDO CHE SE LO CONTENDONO DA MILLENNI...VA PER LA TUA STRADA AVENDO AVUTO LA FORTUNA DI UNA DI LORO CHE TI HA AVUTO A CUORE...
    Preghiera quindi=...praxis...prassi...procedura...rito...azione...magia...alchimia.
    Se uno sa guardare nulla è a caso nemmeno nell'innalzamento dell'Ostia di un prete di campagna.
    E ripeto non inginocchiarsi alla dimostrazione chiara chiara del mistero è BESTEMMIA E GRETTEZZA DI CONOSCENZA E COLORO CHE SI DICONO ALCHIMISTI E NON FANNO CIO', ED ANZI LO CRITICANOALCHIMISTI NON SONO.
    Ho detto tutto.
    RICCARDO MARIO VILLANOVA SAMMARCO
    MRA
    OA